Occhio Civico premiato al Social Day 2012

Al secondo anno di attività, riconoscimento per il lavoro di un’associaizone che opera al fianco delle istituzioni e promuove la cultura della legalità.
 
E’ stata scelta dal Comune come associazione che si è distinta per le attività e la partecipazione sociale durante tutto l’anno. Il gruppo Occhio Civico, accompagnato dall’assessore ai servizi sociali del Comune di Occhiobello Paolo Magon, ha ricevuto, nei giorni scorsi, un riconoscimento nella giornata internazionale del volontariato, promossa da Provincia di Rovigo, Comune di Rovigo, consulta del volontariato provinciale e con il centro servizi per il volontariato, sotto l’alto patrocinio del Presidente della Repubblica. Le motivazioni del riconoscimento all’associazione sono state rintracciate nell’impegno e nella continuità delle molteplici attività svolte nel comune di Occhiobello, ma anche fuori. Il giovane presidente Francesco Rossi, infatti, ha partecipato al convegno nazionale del volontariato a L’Aquila, ha compiuto un viaggio studio a Bruxelles ed è stato coinvolto nei gruppi di lavoro dell’assessorato provinciale alle politiche sociali e del centro servizi per il volontariato. Rossi, ricevendo targa e attestato dalla presidente Virgili, ha ringraziato l’amministrazione al fianco della quale i volontari continueranno a essere per il bene comune. Proprio di recente “Occhio Civico” ha tirato le somme di un altro anno di attività, il secondo dalla sua costituzione. I ventuno volontari associati hanno svolto complessivamente seimila ore di attività, di cui la metà dedicate a formazione, preparazione a eventi, assemblee, il resto in servizi davanti alle scuole (1.371 presenze) e durante manifestazioni e addestramenti (139). L’associazione opera al fianco delle istituzioni e di altre associazioni locali attraverso attività di supporto alla polizia locale nell’ambito della sicurezza stradale e nei luoghi di interesse pubblico. Le attività di Occhio Civico sono quasi raddoppiate rispetto al 2011 e l’impegno dei volontari, cresciuti di numero, si è anche indirizzato all’informazione e alla promozione della cultura della legalità e della civile convivenza.
 
 

Questa voce è stata pubblicata in Colonna B. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.